La mostra « censurata » del fotografo che meglio ha affrontato i temi dell’adolescenza e del suo disagio
Il fatto che questa prima retrospettiva francese sull’opera di Larry Clark sia stata vietata ai minori di 18 anni ha destato un certo scalpore. Si è parlato, a nostro avviso a ragione, di censura e ossesione puritana di ritorno. D’altro canto bisogna ammettere che le immagini di questo fotografo americano sono spesso piuttosto forti e sicuramente non adatte ai bambini, ma effettivamente i manifesti pubblicitari sono spesso ugualmente pornografici. D’altro canto questi ultimi sono ben fruibili anche dal pubblico di età più tenera, mentre per vedere la mostra di Larry Clark si deve comunque fare una scelta consapevole, ragionata e responsabile. Al di là dell’eterna diatriba tra fautori e detrattori degli interventi censori, l’opera di Clark, oltre al valore artistico, è anche una grande profondità psicologica. Le sue foto, appartentemente crude, rappresentano di fatto con grande comprensione il disagio degli adolescenti rispetto al corpo e alla sessualità. Larry Clark è anche regista. Tra i suoi film i bellissimi e molto discussi Kids (1995) e Ken Park (2002). Alla Cinémathèque française, dall’8 all’11 ottobre, ci sarà una retrospettiva in presenza dello stesso Larry Clark.
www.mam.paris.fr
© crédits : Courtesy of the artist, Luhring Augustine, New York and Simon Lee Gallery, London
Vidéo de Larry Clark évoquant TULSA
Larry Clark – Kiss the past Hello
Musée d?Art Moderne de la Ville de Paris
11, avenue du Président Wilson
16° arr. Paris

Trova dove su googlemaps

Metro
Alma Marceau, Iéna (Linea 9)
Orario
tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00; chiuso lunedì; giovedì notturno fino alle 22.00
Biglietti
5 euro intero; 3,30 euro ridotto
MOSTRA VIETATA AI MINORI DI 18 ANNI

Laisser un commentaire

0

Your Cart