Una mostra sul geniale pittore e graffitista che ha reinventato l’espressionismo
Nato a Brooklyn solo cinquant’anni fa e scomparso precocemente, Jean-Michel Basquiat ha segnato un’epoca, gli anni ’80, e continua ad influenzare l’arte contemporanea. Di fatto il grande merito di questo artista è la sua carica espressiva e provocatoria, volta a fare uscire l’arte dai circoli e dalle gallerie snob e darle un nuovo valore comunicativo. Basquiat si è sempre dichiarato un artista « influenzato dal suo ambiente urbano » e ha lasciato un’ opera considerevole, che a dispetto dei colori accesi e dello stile naïf, è pervasa dalla propria consapevolezza di out-sider, dalla paura della solitudine e della morte e dalla denuncia del razzismo e dell’ipocrisia. Ricordiamo che in questi giorni esce anche Jean-Michel Basquiat : The Radiant Child, il documentario di Tamra Davis che, dopo il precedente e mediocre film di Julian Schnabel, rende omaggio all’artista.
www.mam.paris.fr
crédits : Lizzie Himmel © The Estate of Jean-Michel Basquiat © ADAGP, Paris 2010
Fondation d?Entreprise Carmignac Gestion © The Estate of Jean-Michel Basquiat © ADAGP, Paris 2010
Cassius Clay 1982 Acrylique et pastel gras sur toile sur palette de bois, 106 x 104 cm Collection Bischofberger, Suisse © The Estate of Jean-Michel Basquiat © ADAGP, Paris 2010
Jean-Michel Basquiat : The Radiant Child
Jean-Michel Basquiat
Musée d?Art Moderne de la Ville de Paris
11, avenue du Président Wilson
16° arr. Paris

Trova dove su googlemaps

Metro
Alma Marceau, Iéna (Linea 9)
Orario
tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00; chiuso lunedì; giovedì notturno fino alle 22.00
Biglietti
11 euro intero; 8 euro ridotto ; gratuito per i minori di 14 anni

Laisser un commentaire

0

Your Cart