Il mostro sacro del sassofono è ancora in piena forma e le sue famose forsennate improvvisazioni sono come ai tempi d’oro; pare che sentirlo dal vivo sia un’esperienza unica
Sonny Rollins non ha più bisogno di presentazioni. Basta dire che è uno degli ultimi giganti del jazz e che ha suonato con musicisti del calibro di Bud Powell, Coleman Hawkins, Thelonious Monk, Miles Davis, Clifford Brown, John Coltrane, Don Cherry, Herbie Hancock e Jim Hall. Genio dell’improvvisazione Sonny Rollins è capace di abbracciare tutti i generi e di spingerli all’estremo. Durante tutta la sua lunghissima carriera ha incarnato lo spirito inquieto e d’avanguardia che, d’altro canto, lo ha portato ad attraversare tutte le « rivoluzioni » del jazz: dal be-bop al hard-bop passando per il free jazz. Rollins è stato anche l’inventore del « non stop blowing », una maniera di suonare il sax soffiando in modo continuo e piuttosto energico. Nato a New York nel 1930 Sonny Rollins suona da molti anni con gli stessi musicisti, i loro concerti non sono frequentissimi, ma mantengono la qualità degna di un grande nome.
www.olympiahall.com
Sonny Rollins – St. Thomas
Orario
20.00
Sonny Rollins
Téâtre de l’Olympia
28 boulevard des Capucines
75009 Paris

Trova con Google maps

Metro
Madeleine, Opera (linee 7, 8, 14, 3)
Biglietti
Da 73.00 euro a 161 euro

Laisser un commentaire

0

Your Cart