Luoghi imperdibili come Mont-Saint-Michel, Etretat o Rouen, tematiche interessanti come i fari lungo le coste, l’allevamento dei cavalli, la gastronomia, i siti medievali e le spiagge degli sbarchi USA
Ad appena un centinaio di km da Parigi, merita sicuramente una visita, Rouen, con la sua splendida cattedrale e il suoi sobborghi antichi, è considerata « la porta » della Normandia, regione che, con le sue coste e le sue campagne, è tra le maggiori bellezze naturalistiche e paesaggistiche di Francia.

Colonizzata dai Franchi fin dal V sec DC, intorno al secolo VIII la Normandia fu invasa dai vichinghi che, navigando sulla Senna, penetrarono fino a Parigi. Dopo lunghi anni di guerre e saccheggi, le trattative dei carolingi con i capi vichinghi giunsero ad un accordo e trasformarono la Normandia in un Ducato.
Da Guglielmo il Conquistatore, le cui gesta sono raccontate sullo splendido arazzo di Bayeux, a Giovanni Senza Terra la storia della Normandia si intreccia con la storia d’Inghilterra, oltre che con quella di Francia, e tutto ciò fa di questa regione un luogo ricchissimo di storia e di culture diverse.

Grazie alla prossimità con Parigi, la Normandia è stata una delle prime mete turistiche d’Europa ; alla fine dell’Ottocento, grazie alle prime linee ferroviarie, sorgevano stazioni balneari come Honnefleur, Deauville e Trouville, che conservano tutt’ora la loro un’elegante atmosfera « fin de siècle », mentre tutt’intorno si sviluppava la nascente industria turistica. Se i Grand Hotel, Casinò, gli ippodromi, gli impianti sportivi, le attività velistiche e i campi da golf, sono nati come attività dei villeggianti dei tempi andati, oggi la regione rimane una meta turisitca importante non solo per i parigini, ma anche per visitatori provenienti da altri paesi ed interessati a siti incredibilmente affascinanti come la scogliera di Etretat o al Mont-Saint-Michel, a luoghi di culto come le spiagge degli sbarchi degli alleati o a tesori artistici come l’arazzo di Bayeux o Giverny, il villaggio di Claude Monet.

Ricchissima è anche la gastronomia normanna, basata sulla produzione locale di latte (quindi formaggi come il « Camembert de Normandie« ), di mele (da cui provengono Sidro e Calvados), di carne e prelibati frutti di mare.

http://www.normandie-tourisme.fr
Mont Saint Michel © Jéremie Eloy
Honfleur-Etretat © Pixel Creation Fotolia
Bayeux © http://bayeux-bessin-tourisme.com
La Normandia vista dal cielo
https://www.youtube.com/user/NormandieTourisme

Laisser un commentaire

0

Your Cart