Renoir nel xx° secolo

Dall’innovazione alla tradizione: uno sguardo inedito sulla maturità del pittore impressionista
Alla fine del XIX° secolo Pierre Auguste Renoir era un rivoluzionario della pittura che cercava uno stile nuovo, più fresco e diretto, contro gli stilemi dell’accademia. Questo stile nuovo non tarda ad affermarsi con l’Impressionismo, ma i tempi sembrano ormai accellerare il loro corso ed ecco che già durante la prima decade del novecento Renoir si ritrova ad essere pittore tradizionalista che continua a ritrarre ambienti bucolici e languide bagananti mentre intorno a lui il mondo cambia. Ormai l’avanguardia sono l’espressionismo, il cubismo, il futurismo, aperti all’universo meccanico e capaci di cogliere le sfumature dell’evoluzione sociale in contesti urbani tutt’altro che aulici. Per questo motivo l’ultimo periodo di Renoir non è mai stato molto amato dalla critica d’arte. Tuttavia recentemente le cose sono cambiate in seguito anche alla scoperta che importanti collezionisti come Leo e Gertrude Stein, Albert Barnes, Louise e Walter Arensberg o ancora Paul Guillaume collezionavano i Renoir dell’ultima maniera accanto ai Picasso e ai Matisse. Questa mostra ripropone quindi quest’ultimo periodo dell’arte di Renoir evidenziando, accanto alla componente tradizionalista, gli aspetti sperimentali ancora presenti nella pittura del grande maestro. Dai dipinti decorativi ai paesaggi alle sculture, il percorso espositivo procede attraverso il confronto con altri artisti (Picasso, Matisse, Maillol, Bonnard) e mostra come l’influenza di Renoir non sia affatto trascurabile.
www.grandpalais.fr
www.rmn.fr
Jean Renoir, il regista de “La grande illusione” e “Boudu salvato dalle acque”, è figlio di Auguste!
Acquista qui i tuoi prodotti Amazon e contribuisci al sostegno di AltraParis
Renoir au XXe siècle
Grand Palais
Avenue Winston Churchill
8° arr. Paris

Trova dove su googlemaps

Metro
Champs-Élysées – Clemenceau (Linee 1, 13)
Orario
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00; giovedì fino alle 20.00; chiuso martedì
Biglietti
12 euro intero; 9 euro ridotto

Lascia un commento