I Naufragi della folle speranza

Il nuovo spettacolo del Théâtre du Soleil, la famosa compagnia teatrale di Arianne Mnouchkine
La Naufrage du Fol Espoir è annunciato da qualche tempo, la data della prima è slittata più volte, ma ora è confermata per il 3 febbraio 2010. Non si sa molto di quest’opera ispirata ad un misterioso romanzo postumo di Jules Vernes, ma il fatto che venga da Arianne Mnouchkine e dal Théâtre du Soleil è senz’altro una garanzia di grande qualità. La locandina dice che si tratta di una “commedia epica”, un ossimoro che non contribuisce certo a chiarificare il concetto, ma, al contempo, rende bene l’idea della complessità e dei progetti di questa compagnia militante e ancora all’avanguardia, nonostante l’età.
Una storia edificante, un viaggio, un battello, un naufragio, un’isola deserta e degli emigranti, insomma una folle speranza che forse, oltre a Jules Vernes, tocca anche argomenti di attualità (Lampedusa?) più cruda e meno poetica. Al contempo la folle speranza del titolo sembra rimanere anche una condizione esistenziale universale, un invito al viaggio, alla scoperta, ma soprattutto alla ricerca. La ricerca dell’impossibile, spinta da, per l’appunto da una folle speranza, come quella di cercare la luna sulla terra di trovarla sotto forma di isola e di costruirci su il modello dell’umanità del futuro, la democrazia secondo Eschilo tremila anni dopo…
Il Théàtre du Soleil si trova alla Cartoucherie, un posto magico, che fa venir voglia di credere nelle ricerche utopiche. Lo spettacolo precedente, ora diponibile in DVD, è Les Ephémères, che dopo aver debuttato a Parigi a fine 2006 ha fatto il giro del mondo riscuotendo grandi consensi. Si tratta di uno spettacolo che nella sua versione integrale dura circa 7 ore ed è composto da una serie di episodi di vita familiare che abbracciano le generazioni del dopoguerra fino ai giorni nostri (che sono poi anche quelle che compongono la compagnia di attori!). Sono piccole storie raccontate in estrema sintesi e scomposte in vari frammenti; si svolgono su piattaforme circolari spinte sulla scena, dove, in tempi brevissimi, sviluppano intrecci ora commoventi, ora drammatici e sempre appassionanti, per poi scorrere via lasciando il posto ad altre storie. E’ uno spettacolo bellissimo e si può vedere anche diviso in Recueil 1 e Recueil 2.
Tornando al Naugfragio, non è ancora prevista la data della fine delle rappresentazioni, naturalmente, ma conviene non aspettare troppo.
www.theatre-du-soleil.fr
Les Ephémères, il precedente spettacolo del Théâtre du soleil
Les Naufragés du Fol Espoir
Théâtre du soleil
Cartoucherie 12° Paris

Trova dove su googlemaps

Metro
Château de Vincennes (linea 1) e poi navetta per la Cartoucherie, che in genere passa ogni 10 minuti
Orari
Spettacoli alle 19.30 il mercoledì, giovedì e venerdì; il sabato alle 14.30 e alle 20.00; la domenica alle 13.00
Biglietti
25 euro interi; 20 euro per gruppi di + di 10 persone; 14 euro ridotti studenti e giovani

Lascia un commento