Le carni delle foreste

Wang Keping, il grande scultore autodidatta cinese, presenta le sue forme primordiali in legno create tra il 1989 e il 2008
La poetica insita nell’opera plastica di Wang Keping è riassunta in questa frase dello scrittore: “La semplicità è il mio ideale, la natura è mia complice”. Questa mostra presenta una serie di opere che rappresentano figure ibride tra il mondo animale e quello vegetale. Esse sembrano voler rivelare la commistione di presenze di un universo magico primordiale dove le forme di vita ancora non si sono distinte l’una dall’altra. Si tratta naturalmente di una poetica che raccoglie in buona parte l’eredità culturale e filosofica dell’antica Cina, ma che, al contempo riesce a riattualizzarla e a renderla universale. La potenza evocativa e l’originalità espressiva delle sculture di Wang Keping sono degne di nota.
www.zadkine.paris.fr
Wang Keping, Sans titre, 2007, bois
Crédits photo : copyright Michel Lunardelli
www.ydyle.com
D’art d’art – Orfeo di Ossip Zadkine
.
Exposition Wang Keping/La Chair des forêts
Musée Zadkine
100 bis, rue d’Assas 75006 Paris

Trova su Google Maps

Metro
Notre-Dame des Champs, Vavin (linee 4 o 12)
Orario
tutti i giorni 10.00 – 18.00; chiusura: lunedì e festivi
Biglietti
4 ? intero; 3 ? ridotto
L’esposizione permanente è gratuita quando non ci sono mostre temporanee in corso

Lascia un commento