Pasolini, i film e Roma

Una retrospettiva completa dell’opera cinematografica di Pier Paolo Pasolini, ma anche una mostra sul suo rapporto con Roma dove arrivò nel 1950 e dove fu ucciso nella notte del 2 novembre 1975 perchè aveva detto di conoscere i nomi di coloro che gestivano la “strategia della tensione”
Pasolini arrivò a Roma dal Friuli nel 1950 all’età di 28 anni. Cominciò a lavorare scrivendo parti di sceneggiature per registi come Fellini e Bolognini che gli affidavano volentieri le scene con soggetti dei bassifondi. Alcuni anni dopo pubblicò il suo primo romanzo “Ragazzi di vita”. In seguito, all’inizio degli anni 60, cominciò anche la sua carriera cinematografica con film di un neorealismo “lirico” come “Accattone”, “Mamma Roma” e La “Ricotta”.

Negli anni ’70, con la sua Trilogia (Il Decamerone, I racconti di Canterbury, Le mille e una notte), Pasolini tenta con la forza della disperazione di sfuggire a quello che egli definisce il “genocidio culturale” italiano, filmando l’innocenza e la sensualità di corpi ancora liberi ed estranei al consumo. Finirà ben presto per rinnegare questo tentativo rendendosi conto che l’erotismo nella società odierna viene immediatamente trasformato in bene di consumo di massa. Egli approda all’ora ad una visione più nera e totalmente pessimistica che esprime in “Salò o le centoventi giornate di Sodoma”. Tale pessimisto si rivelerà assolutamente fondato visto che lo stesso regista venne massacrato e non assisterà mai alla prima del suo film.

Del resto la tesi, già poco credibile, del crimine a sfondo sessuale, è stata oramai definitivamente rimessa in questione, non solo dai molti dettagli incongruenti, ma anche dalle rivelazioni dello stesso Pino Pelosi, già condannato come autore dell’assassinio. L’assassinio di Pasolini si profila sempre più come crimine politico i cui mandanti occulti sarebbero coloro che Pasolini (in “Il romanzo delle stragi”, Corriere della sera” del 14 novembre 1974 col titolo “Che cos’è questo golpe?”) aveva accusato di essere artefici delle stragi e della strategia della tensione.

www.cinematheque.fr
Mostra e rassegna su Pier Paolo Pasolini
Cinémathèque Française
77 rue de Bercy
75012 Paris


Trova su googlemaps

Metro
Bercy (linee 6 o 14)
Biglietti
Film
Intero : 6,5 ?
Ridotto : 5,5 ?
3 euros minori di 18 anni

Mostra
Intero : 10 ?
Ridotto : 8 ?
Minori di 18 anni : 5 ?

Lascia un commento