Cinema d’autore e d’attore per i 50 anni della Nouvelle Vague
Come ogni anno la stagione della Cinemathèque Française si annuncia ricca. Oltre alle restrospettive su Fellini e su Haneke, vincitore della Palma d’oro a Cannes 2009 con il suo Le ruban blanc, si celebra quest’anno il cinquantenario della Nouvelle Vague, il movimento cinematografico, ricco di valenze filosofiche e politiche, che rivoluzionò il cinema di tutto il mondo. La Cinemathèque Française sceglie di rendere omaggio ai suoi protagonisti capovolgendo il punto di vista classico del cinema d’autore, chiedendosi dunque se non il movimento in questione non sia stato anche un cinema d’attore. E’ stato Truffaut ad inventare Jean-Pierre Léaud o viceversa? Chi viene prima Godard o Belmondo? Comunque sia cambiare il punto di vista classico è sempre salutare, così come rivedere film bellissimi come Ascensore per il patibolo, La baia degli angeli, Fino all’ultimo respiro, Jules e Jim, Hiroshima mon amour, I quattrocento colpi e molti altri bellissimi film. Accanto alla rassegna una serie di tavole rotonde, conferenze ed interviste per discutere insieme di cinema e di arte. Tutte le informazioni sul programma e sugli orari si trovano sul sito della Cinémathèque.
www.cinematheque.fr
Un estratto da « Une femme mariée » di Jean-Luc Godard
Nouvelle vague à la Cinémathèque Française
Cinémathèque Française
77 rue de Bercy o 8 boulevard de Bercy
12° arr. Paris


Trova dove su googlemaps

Metro
Bercy (linee 6 e 14)
Orari
Per gli orari di tutta la programmazione vedere il sito sotto indicato
Biglietti
6,50 euro interi
5,00 euro ridotti
3,00 euro minori di 18 anni

Laisser un commentaire

0

Your Cart