La Marsigliese, canto di gloria o grido di morte?

Ensemble les Lunaisiens ripercorre gli inni della storia della Repubblica
Quella di Arnaud Marzorati e della sua orchestra Ensemble les Lunaisiens è un’idea geniale che coniuga l’interesse storico-politico con quello musicale. Il gruppo composto da tre cantanti (baritono, tenore e mezzo-soprano), pianoforte e organo
ripercorrerà gli inni di lotta che hanno accompagnato le grandi rivoluzioni dell’Ottocento, ovvero, giusto per ripassare un po’ di storia, i moti del 1830 del 1848 e del 1870. In particolare ci si riferisce a La Marsigliese, ancora oggi occasione di dibattito per i suoi toni violenti, ma, al contempo simbolo sacro ed intoccabile della patria. Riarrangiata, orchestrata, stravolta e ripresa anche da musicisti illustri come Berlioz, Tchaïkovski, Django Reinhardt, Stéphane Grappelli per arrivare poi fino a Gainsbourg, La Marseillaise è un inno controverso dalla storia movimentata. Pare addirittura che nel lontano 1917, i bolscevichi l’avessero cantata come inno di lotta, ma poi le preferirono, l’internazionale, anch’essa di origine francese, composta su un poema che Eugène Pottier scrisse nel 1871 durante la Comune di Parigi. Insomma il concerto sarà interessante oltre che divertente, passerà con disinvoltura da un registro all’altro e prevederà, oltre a La Marsigliese e la sua genesi (Marseillaise de la Commune, La Marseillaise – Histoire des Girondins, La Marseillaise des Cotillons, Marseillaise des requins), moltissime altre canzoni, tra cui, Le Temps des cerises, La Parisienne, la Valse minute (di Chopin), Aime, travaille et prie, Le bal et la guillotine e persino Garibaldi (parole di Charles Vincent).
www.citedelamusique.fr
arnaud marzorati [les lunaisiens] © j.j. chabert / sinfonia
La Marseillaise : chant de gloire ou cri de mort

221, avenue Jean Jaurès
19° arr. Paris


Trova dove su googlemaps

Serge Gainsbourg in concerto a Strasbourg
Gainsbourg torna al senso profondo de La marseillaise (nonostante il rolex)

Metro
Porte Pantin (linea 5)
Orari
ore 15.00
Biglietti
20 euro

Laisser un commentaire