Il suo vero nome è Israëlis Bidermanas ed è uno dei cinque fotografi del gruppo di Brassaï, Robert Doisneau e Cartier-Bresson
Nel dopoguerra il gruppo dei cinque fotografi francesi Brassaï, Robert Doisneau, Willy Ronis, Cartier-Bresson e Izis è stato definito come corrente « umanista ». Questa etichetta, per quanto vaga, ha ancora un suo senso, in quanto si riferisce a fotografi che con i loro scatti riescono a raccontare vicende umane, oltre che a raggiungere l’eccellenza formale. La perfezione formale della foto d’altro canto non è fatta solo di tonalità e rapporti geometrici, ma è tutt’uno con il suo contenuto, con il tempo e con l’azione che vi si svolge. Da questo punto di vista questa fotografia « narrativa » risulta molto coinvolgente anche per chi non si interessa particolarmente di fotografia. Dopo la mostra su Doisneau e quella, splendida, sull’opera Prévert e la sua opera grafica, la Mairie di Parigi prosegue con Izis un percorso piuttosto coerente. Il fotografo nato in Lituania, nel dopoguerra divenne infatti grande amico di Prévert e della sua cerchia di artisti, poeti e rivoluzionari. Reporter per Paris Match, ha ritratto molte celebrità dell’epoca – da Grace Kelly a Cocteau, Colette, Gina Lollobrigida, Édith Piaf, Orson Welles, Arman – e ha realizzato reportage fotografici in Algeria, Israele, Portogallo ed Inghilterra. In questa mostra si vedranno soprattutto le foto dalla raccolta Paris des rêves realizzata nel 1950.
L’accesso a questa mostra è completamente gratuito.
Crédits photo : IZIS Bidermanas
Izis, Paris des Rêves
Hôtel de Ville – Salle St-Jean
5 rue de Lobau 75004 Paris

Trova dove su googlemaps

Presentazione della mostra su Izis
Metro
Hôtel de ville (linee 1, 11)
Orario
Tutti i giorni 10.00-19.00; chiusura domenica e festivi
Biglietti
Ingresso gratuito

Laisser un commentaire

0

Your Cart