La collezione Motais de Narbonne in mostra

Il Museo del Louvre consacra una mostra alla coppia di raffinati collezionisti che dagli anni ’80 sta mettendo insieme dipinti francesi e italiani del XVII e XVIII secolo
Héléna et Guy Motais de Narbonne, da sempre amici del Louvre, hanno costituito in questi ultimi trent’anni una collezione di grande interesse, messa insieme con grande coerenza e passione. Si tratta di una quarantina di opere francesi ed italiane di soggetto prevalentemente mitologico e religioso realizzate nei secoli XVII e XVIII. Alcune di esse sono di artisti già ben rappresentati al Louvre, ovvero Bourdon, Le Brun, Tassel, Boucher, Subleyras, Creti e Giordano. Altre invece sono di pittori non rappresentati nel museo, come Claude Déruet (1588 – 1660) e Domenico Maria Viani (1668 – 1711). Di quest’ultimo sarà esposto lo splendido Ritorno del figliol prodigo. Nell’esporre questa collezione costituita in buona parte da opere di artisti sconosciuti, il museo intende mostrare che al giorno d’oggi è ancora possibile essere mettere insieme delle collezioni di forte qualità e rigore storico-artistico. In questo senso le figure di esperti e collezionisti vanno considerate come complementari a quelle delle istituzioni museali.
www.louvre.fr
Domenico Maria Viani « Il ritorno del figliol prodigo » © Musée du Louvre / Studio Pierre Ballif
Sébastien Bourdon (1616-1671)
Saint Charles Borromée secourant les pestiférés
Paris, Collection Motais de Narbonne
Photo : Musée du Louvre
A proposito di pittori sconosciuti, c’è sempre il Caparra…
La collection Motais de Narbonne – Tableaux français et italiens des XVIIe et XVIIIe siècles
Musée du Louvre:?
34, Rue du Louvre, 1° arr Paris

Trova dove su googlemaps

Metro
Palais-Royal Musée du Louvre (linee 1, 7)
Orario
Tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00; mercoledì e venerdì fino alle 22.00; sabato fino alle 20.00;
Biglietti
Ingresso con il biglietto del museo
9,50 euro intero; gratis per minori di 18 anni
6 euro dopo le 18h il mercredi e il vendredi

Laisser un commentaire