Village Saint-Paul

Nel cuore di Parigi un vero e proprio piccolo borgo silenzioso composto da piccole corti lastricate e pedonali
Compresa tra rue Saint-Antoine e quai de Célestins, questa zona è una delle più suggestive di Parigi. Si tratta del piccolo borgo situato dietro la Chiesa di Saint-Paul il quale fu inglobato dalla città di Parigi nel XIV secolo, quando il re Carlo V, preferendo la rive droite all’ile de la Cité, vi si stabilì facendovi edificare il suo palazzo (Hôtel Saint-Pol che si trovava sul quai des Célestins e che ora non esiste più). Come nel resto del cosiddetto marais, anche in questo quartiere i sontuosi palazzi nobiliari (hôtels particuliers) si alternano ad un’edilizia più popolare ma comunque antica, miracolosamente risparmiata dagli sventramenti ottocenteschi. A village Saint Paul si può accedere dall’omonima via oppure da rue Charlemagne. Il borgo si compone di una serie di piazzatte lastricate sulle quali si affacciano gallerie, negozi di antiquariato e un paio di bar piuttosto discreti. Il fatto che siano pedonali e un po’ appartate rispetto alle zone nevralgiche del commercio, rende queste corti, se non proprio solitarie, senz’altro straordinariamente calme, considerando anche che siamo non solo a poche centinaia di metri da Place de la Bastille e dal Lungosenna ma anche vicinissimi all’animato métro Saint-Paul. Le piccole corti del borgo si animano invece nei week-end in occasione dei mercatini di antiquariato e dell’usato ovvero le cosiddette « brocantes« . Altrimenti le piazzette di Village Saint-Paul sono una specie di isola di pace dove artisti e designer lavorano dei loro ateliers o in boutiques ricercate. Per quanto sia una zona di forte interesse turistico, le abitazioni che si affacciano sulle piazzette appartengono a rari fortunati che di rado affittano o vendono. Di fatto tutto il quartiere circostante è piuttosto residenzaile, molto gradevole e ben servito (metro Saint-Paul, Pont Marie). Per queste ragioni, si tratta naturalmente di una zona di grandissimo pregio, sia dal punto di vista estetico che da quello pratico. La vicinanza di scuole e licei ne fa un quartiere apprezzato dalle famiglie parigine, ma anche da molti stranieri che scelgono di acquistare qui i loro pied-a-terre. D’altro canto nel quartiere si trovano anche sedi espositive di primaria importanza come la Maison de la Photographie e la Bibliothèque Forney. « Studio » (ovvero monolocali) ed appartamenti non privi di charme e di piccole dimensioni si trovano abbastanza facilmente ma i loro prezzi sono piuttosto elevati e, per le caratteristiche architettoniche del luogo, si tratta spesso di immobili piuttosto stretti dove non c’è ascensore (il che d’altro canto contribuisce a rendere il prezzo un po’ più accessibile).
Foto di Rachele Shamouni-Naghde
Village Saint-Paul
Village Saint Paul
4° arr. Paris

Trova su Google Maps

Partner di questa sezione è INTERNATIONAL HOME NETWORK, società di servizi specializzata nell’assistenza degli stranieri non residenti a Parigi.
Con particolare attenzione alla clientela italiana INTERNATIONAL HOME NETWORK offre un servizio a 360 gradi per chi volesse investire sul mercato immobiliare a Parigi, acquistando un appartamento, oltre che per la vendita, l’assistenza, affitto, presa di contatti e finanziamento.
Metro
Saint-Paul, Pont Marie (Linea 1, 7)

Laisser un commentaire