Danser sa vie

Una mostra senza precedenti sui rapporti tra danza e le arti visive nell’arco del ‘900
Il Centro Pompidou dedica una mostra straordinaria alla danza e ai suoi legami con l’arte, il cinema e la scultura. Più di duemila metri quadri di spazio espositivo per un percorso complesso e ben elaborato che tocca tutte le discipline artistiche. Un’insieme di quadri, sculture, istallazioni, video e coreografie che tocca tutti gli ambiti dell’arte contemporanea approfondendo il rapporto tra il corpo umano e la sua rappresentazione artistica. Infatti la danza, così vicina alla vita, al sentimento e al movimento, costituisce un elemento fondamentale nella rivoluzione artistica del ‘900. Da pionieri, come Loïe Fuller, Isadora Duncan e Nijinsky, fino a figure come Pina Bausch, Merce Cunningham o Kazuo Ono, la mostra tocca tutti gli aspetti del dialogo incredibilmente complesso tra danza e arte.
www.centrepompidou.fr
Emil Nolde, Tänzerin mit violettem Schleier (Danseuse au voile violet)
© CA 1920-1925 Neukirchen Stiftung Seebüll Ada und Emil Nolde photo. Nolde Stiftung Seebuell
Danser sa vie
Centre Pompidou
Place Georges Pompidou – 1° arr. Paris
Metro
Rambuteau, Hôtel de Ville, Châtelet (linee 1, 4, 7, 11, 14)
Orario
tutti i giorni 11.00 – 21.00; chiusura: martedì ; notturno il giovedì fino alle 23.00
Biglietti
intero 13 o 11 euro (secondo il periodo); ridotto 10 o 9 euro (secondo il periodo)

Laisser un commentaire