Anche Warhol tendeva romanticamente all’infinito ?
Anche Andy Warhol, l’artista pop per eccellenza, si è posto il problema dell’infinito ? La serialità della sua opera è una maniera di opporsi alla dimensione « finita » dell’esistenza umana ? Una mostra incentrata sulla dimensione seriale dell’opera del grande artista pop, aspetto fondamentale della sua ricerca e della sua volontà di ri-pensare i principi dell’arte.
In occasione della prima presentazione europea della serie completa « Shadows » (1978-9), il Musée d’Art Moderne di Parigi dedica a Warhol una mostra nuova ed originale. Le Shadows sono un’insieme di 102 serigrafie di 17 colori diversi. Quando gli si chiedeva se quella secondo lui era arte Warhol diceva di no spiegando che era un po’ come la musica « disco » che metteva su durante gli happening e i vernissages, per lui è una sorta di arredo un po’ « disco ». Il persorso dell’esposizione invita lo spettatore ad immergersi nell’accumulazione dell’arte warholiana, dai Self-portraits (1966-1967, 1981) ai Brillo Boxes (1964), fino ai ritratti filmati (Screen Tests, 1964-1966), ai fiori, ai Mao e al cinema sperimentale (c’è il famoso film « Empire » del 1964 di una durata di 8 ore) aux Silver Clouds (1966), senza dimenticare la messa in scena degli spettacolari concerti dei Velvet Undergound (l’Exploding Plastic Inevitable, 1966).
Fortemente mediatizzato Warhol riesce, nonostante tutto ancora a stupire e ad esprimere qualcosa che va al di là dello stereotipo del « re della Pop Art ». Egli non ha mai cessato di re-inventare il rapporto tra artista e spettatore e, qualsiasi fossero le forme da lui esplorate, ha sempre cercato di abolirne i limiti, dando forma così verso ad una nuova concezione « dell’infinito ».
Self-Portrait
peinture acrylique et encre sérigraphique sur 9 toiles
57,2 x 57,2 cm, dimension totale : 171,7 x 171,7 cm,
New York, Museum of Modern Art (MoMA), Gift of Philip Johnson. Acc. n.: 513.1998.a-i.
© 2015. Digital image, The Museum of Modern Art, New York/Scala, Florence © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, Inc. / ADAGP, Paris 2015
Musée d?Art moderne de la Ville de Paris 11 Avenue du Président Wilson 75116 Paris
Warhol – unlimited
UN ARTICOLO PROPOSTO DA
RACHELE
SHAMOUNI-NAGHDE

GUIDE CONFÉRENCIER DIPLÔMÉ ET TITULAIRE DE CARTE

Contattatemi per organizzare le vostre visite, e le vostre escursioni a Parigi e dintorni :
rachele.shamouni-naghde@orange.fr

Tel
IT +39 340 3011111
FR +33 (0)6 65652316
MAIL
rachele.shamouni-naghde@orange.fr
WEB

Laisser un commentaire

0

Your Cart