Né apparenza, né illusione

Il Louvre continua nel suo progetto di invitare l’arte contemporanea a confrontarsi con quella del passato
Quest’anno è la volta di Joseph Kosuth, pioniere dell’arte concettuale. La sua mostra da lui concepita si chiama per l’appunto Ni apparence ni illusion (Ne apparenza, né illusione) e consiste in un installazione sul fossato e sui bastioni dell’antica fortezza. Kosuth associa dei neon, simbolo della modernità, alla pietra del XII secolo, dimostrando così che l’arte è dialogo che trascende le epoche e gli stili. Con il neon Kosuth scrive quindici frasi ispirate da Nietzsche sul tempo, la storia e l’archeologia. Quello evocato dall’artista amiericano è dunque una sorta di “eterno ritorno” artistico che ben si accorda con lo spirito di un museo come il Louvre e queste sue iniziative rivolte a istaurare relazioni con l’arte contemporanea. Molto bella la spiegazione che lo stesso Kosuth dà della sua opera che avrebbe fatto uscire le pietre dall’ombra con delle parole luminose che le rendono visibili così come rendono visibile anche chi le guarda. “Le pietre e le parole si associano pre produrre al contempo un muro e un testo”.
www.louvre.fr
@ MUSEE DU LOUVRE
© Joseph Kosuth Studio
Un esempio dell’arte di Kosuth
JOSEPH KOSUTH – Ni apparence ni illusion
Musée du Louvre:?
34, Rue du Louvre, 1° arr Paris

Trova dove su googlemaps

Metro
Palais-Royal Musée du Louvre (linee 1, 7)
Orario
Tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00; mercoledì e venerdì fino alle 22.00; sabato fino alle 20.00;
Biglietti
Compresa nel biglietto per il museo. 9 euro intero; 6 euro ridotto; gratis per minori di 18 anni e per i minori di 26 provenienti dall’Unione Europea

Lascia un commento