Siamo tutti cannibali

una mostra sul tema dell’antropofagia in ambito artistico oggi e nel corso dei secoli
Questa mostra privilegia l’approccio contemporaneo al tema incorporazione “cannibale” dell’altro, ma non dimentica di dare anche un approccio storico e multiculturale a quello che è un vero e proprio topos antropologico. D’altro canto si tratta di un tema i cui
sviluppi sono paradossalmente molto attuali. Siamo nell’era della clonazione, dei trapianti e dei mondi virtuali dove viene rimessa in questione l’integrità del corpo e inaugurati il suo smembramento, la sua metamorfosi e la sua ricomposizione. In questi termini le opere scelte dal commissario Jeanette Zwingenberger sono per metà realizzate da artiste donne e affrontano il tema impressionante e crudele dell’antropofagia in termini sottili e critici al fine di analizzarne attraverso l’approccio onirico i risvolti psicologici e filosofici piuttosto che gli aspetti fisici. D’altro canto già molto tempo fa Claude Lévi-Strauss disse che siamo tutti dei cannibali, poichè il modo più semplice di identificare se stessi con l’Altro è ancora quello di mangiarlo.
www.lamaisonrouge.org
Adriana Varejâo, Azuleria Branca em Carne Viva, 2002,,huile sur toile, polyuréthane sur aluminium, bois,
collection de la Fondation Cartier, Paris
Victor Brauner, Conciliation extrême, 1941 ;
Courtesy Natalie Seroussi, Paris
Tous Cannibales / Cannibals All. Art exhibition at la maison rouge, Paris
Biglietti
intero 7 euro, ridotto 5 euro
Tous cannibales
La maison rouge
10 boulevard de la Bastille

Trova dove su googlemaps

Metro
Bastille (linea 1 o 5)
Orari
Dal mercoledì alla domenica 11.00 – 19.00; notturno il giovedì fino alla 21.00 ; la fondazione è chiusa il 25 dicembre, il 1° gennaio, il 1° maggio

Lascia un commento